Castrazione dei gatti

Castrare i gatti e non ucciderli!

La riproduzione incontrollata di una popolazione felina conduce a volte a delle situazioni intollerabili: troppi gatti devono vivere in un ambiente troppo ristretto. Ciò causa delle lotte e dei singoli gatti sono costretti a lasciare il territorio, a cavarsela da soli e quindi si inselvatichiscono. A causa dell’elevata densità dei gatti, possono diffondersi maggiormente delle malattie, che possono comportare debolezza e sofferenze per gli animali, ma anche il loro decesso. La Protezione Svizzera degli Animali PSA e altre organizzazioni per la tutela deli animali attuano periodicamente insieme ai veterinari delle campagne per la cattura e la castrazione dei gatti selvatici nell’intera Svizzera e contribuiscono così al controllo della popolazione dei gatti randagi.
Poiché anche i gatti intatti liberi di circolare contribuiscono alla proliferazione incontrollata, i proprietari responsabili dei gatti sottopongono comunque a castrazione i propri animali che possono circolare liberamente.

La castrazione dei gatti comporta diversi vantaggi.

I gatti castrati sono più mansueti, meno combattivi e hanno un territorio più contenuto, cosa che riduce il pericolo di incidenti e lesioni nei gatti che possono circolare liberamente. Le gatte non vanno più in calore e i maschi non marcano più il territorio in casa in modo sgradevole. Statisticamente i gatti castrati hanno un’aspettativa di vita superiore rispetto a quelli non castrati, sono meno stressati e più equilibrati. Non da ultimo, la castrazione impedisce una procreazione incontrollata.

La castrazione incentiva la salute dei gatti

All’arrivo della maturità sessuale, i gatti non castrati spesso scappano, perché percorrono molti chilometri alla ricerca di una femmina e vengono frequentemente scacciati dai maschi rivali. Durante queste lotte fra maschi, spesso avviene la trasmissione di malattie infettive, come il virus dell'immunodeficienza felina (FIV) o il virus della leucemia felina (FeLV), oppure si presentano gravi lesioni.

Durante l’accoppiamento, le femmine di gatto sono altrettanto esposte al pericolo di essere infettate con il FIV o FeLV. Se una gatta si accoppia con diversi maschi, aumenta di conseguenza con ogni partner il rischio di infezione.
Le popolazioni di gatti randagi che, in mancanza di una profilassi vaccinica, sono esposti a un maggiore rischio di infezioni, possono diffondere queste e altre malattie e contagiare anche i gatti lasciati circolare liberamente.

Castrando il vostro gatto evitate a lungo termine la diffusione di malattie feline contagiose. Insieme alle organizzazioni per la tutela degli animali che, con azioni di castrazione su vasta scala in tutta la Svizzera, si occupano dei gatti inselvatichiti e spesso gravemente malati e arginano la loro proliferazione, contribuite in modo significativo a mantenere in salute dei vostri gatti come pure la popolazione felina svizzera.

miseria-gatti.ch

Protezione Svizzra degli Animali PSA:
Azione contro la miseria felina