Microchip per i gatti

Ogni anno si perdono oltre diecimila gatti.

L’impianto di un microchip da parte di un veterinario e la registrazione nella banca dati degli animali da compagnia ANIS incrementano le possibilità di trovare un gatto che si è perso e riportarlo a casa. Il gatto ottiene inoltre un’identità elettronica, che ne assicura la tracciabilità se viene abbandonato. (Se portate il vostro gatto all’estero, il microchip è addirittura obbligatorio.)

Impianto del microchip

Per facilitare l’identificazione del vostro gatto, è opportuno far dotare l’animale di un microchip da parte del veterinario. Il microchip è una capsula in vetro sterile e non irritante, delle dimensioni di un chicco di riso.
Il gatto percepisce a malapena questo piccolo intervento. Ciascun chip ha un numero di cinque cifre, che rende identificabile in modo univoco l’animale. Il codice numerico è unico, valido in tutto il mondo, non falsificabile e non manipolabile tecnicamente.

Registrazione nella banca dati ANIS

Il veterinario registra il vostro gatto nella banca dati degli animali da compagnia ANIS. Oltre al numero del microchip riporta anche la descrizione dell’animale e i dati di contatto del proprietario.

Vantaggio «Identificazione»:
Se qualcuno trova il vostro gatto scappato, è possibile leggere il numero del chip con uno scanner. Sulla base di questo numero, i collaboratori del comune, le forze di polizia e le pensioni per gli animali possono stabilire in breve tempo l’identità del proprietario del gatto – verrete quindi contattati immediatamente, a patto che abbiate fornito dei dati di contatto aggiornati.

Vantaggio «Segnalazione di smarrimento»:
Se vi accorgete che il vostro gatto è sparito, inserite una segnalazione di smarrimento direttamente nell’app Amici; in questo modo il vostro gatto compare come «smarrito» nella banca dati.

Vantaggio «Gatto 4.0»:
Gli sportelli intelligenti per gatti possono essere comandati tramite il chip, consentendo così solo ai vostri animali di avere accesso alla casa. I distributori automatici di cibo in grado di riconoscere il gatto tramite il chip, misurare il peso e dosare il cibo, aiutano a controllare eventuali diete che devono essere seguite. Speciali microchip possono misurare la temperatura corporea del gatto e dare quindi indicazioni sulla salute.
In futuro è immaginabile che ulteriori dispositivi e sistemi ausiliari possano interagire con il microchip, consentendovi di visualizzare i dati del vostro animale ovunque e in qualsiasi momento.

Amici-App

La nuova app per cercarli e trovarli

Banca dati ANIS

Banca dati per animali da compagnia (senza cani)